Posts

Showing posts from June, 2012

Master and commander!

Scena tratta dal film di Giovanni Veronesi Italians (2009) con uno strepitoso Carlo Verdone.

Condivido questa scena perché credo proprio che "far ridere" sia un dono speciale, un super potere, credo! 

E Carlo Verdone ci riesce sempre... 


Non ci sono parole per descrivere questa scena...  solo risate...
Image
«Ho un terribile bisogno della religione. Allora esco di notte per dipingere le stelle», scrisse il pittore al fratello Theo.



"Notte stellata" dipinto nel giugno 1889, durante il soggiorno di Van Gogh presso la casa di cura di St. Rémy.
Paesaggio nell'anima e paesaggio dell'anima, impressione ed espressione.
Sembra quasi di vedere e sentire sulla tela il pennello che fluttua come un dito a disegnare un cielo in un'estasi di moto ondulatorio. Qualsiasi spettatore è illuminato da questa Notte, qualunque anima si impressiona e si esprime in questa Notte.
Sullo sfondo i ricordi del suo paese natio olandese dormiente, così tranquillo, con la sua chiesa dei ricordi. Come una nera fiamma, il cupo cipresso, conduce l'anima ad un vortice di sfere di luce.
Il cielo è sereno, però. Il pennello si lascia guidare e trascinare dalla luce, dalla passione, dal vorticoso movimento per compartecipare dell’Universo, cieco di certezze, ma saldo nel suo cielo azzurro.
"Pare che l…
Dal film di J. P. Jeunet,  Il favoloso mondo di Amèlie (2001):


"La fortuna è come il giro di Francia, uno lo aspetta a lungo e poi passa in fretta, quando arriva il momento bisogna saltare le barriere senza esitare."

"Fallire la propria vita è un diritto inalienabile."
"Mia piccola Amélie, lei non ha le ossa di vetro. Lei può scontrarsi con la vita. Se lei si lascia scappare questa occasione con il tempo sarà il suo cuore che diventerà secco e fragile come il mio scheletro. Perciò si lanci, accidenti a lei!"




Forse un bacio
di Maria Francesca Cadeddu


Forse una tarda sera,
forse un bacio timido
e coraggioso...



Si chiude il cancelletto
e cado a terra, vergognandomi...



Forse una tarda sera,
forse un bacio timido
e coraggioso...

Forse al cuor tutto
si perdona?


Dal film, La verità è che non gli piaci abbastanza (2009).
Alex (Justin Long):
Fidati, se un uomo si comporta come se non gliene fregasse un ca**o di te, non gliene frega un ca**o di te davvero...

Gigi (Ginnifer Goodwin) ad Alex:
"Preferisco essere cosi che essere come te. Io disseziono ogni piccola cosa e a volte mi espongo troppo, ma almeno ho dei sentimenti.  Tu credi di essere forte perché le donne per te sono intercambiabili, tu sicuramente non soffrirai, non ti renderai ridicolo, ma così non t'innamorerai mai.  Tu non sei forte, tu sei solo, Alex.  Io farò una serie infinita di cazzate ma so di essere più vicina all'amore di quanto non lo sia tu..."

E nel finale, sempre Gigi : 
"O forse il lieto fine è questo: sapere che nonostante le telefonate non ricevute e il cuore  infranto, nonostante tutte le figuracce e i segnali male interpretati, nonostante i pianti e gli  imbarazzi, non hai mai e poi mai perso la speranza"